La Storia

Perché mai tracciare la storia di una  impresa familiare fra le tante presenti oggi in Italia?

Innanzi tutto, perché ciò che non viene documentato è destinato ad andare perduto e sarebbe un peccato che andasse perduta la memoria di un’impresa che ha superato i 130 anni di attività ininterrotta.

Mentre la maggior parte delle aziende a carattere familiare incontra difficoltà a giungere alla terza generazione, la ditta Pattacini è alla sua quinta generazione e tra non molto potrebbe passare il testimone alla sesta.

Questa ditta poi, per quanto di dimensioni modeste è stata sempre all’avanguardia nell’adottare le tecnologie più avanzate, particolarmente nel campo del cemento armato, tra le prime ad iscriversi all’Albo Nazionale dei Costruttori, a cercare di diversificare il proprio campo d’azione spaziando dai pozzi artesiani, all’agricoltura e all’allevamento, dalla nettezza urbana al servizio postale, dalle mattonelle ai prefabbricati, pur conservando sempre come prioritario il campo delle costruzioni edili.

Inoltre la famiglia ha sempre sentito l’impresa come una missione da tramandare di generazione in generazione e questo ha costituito la sua forza e la sua debolezza: la sua forza perché le ha permesso di affrontare periodi bui e difficoltà con grande sacrificio e coesione, la sua debolezza perché non sempre gli interessi dell’azienda hanno collimato con quelli della famiglia e di conseguenza o l’una o l’altra sono venute talvolta a soffrirne.

Infine è giusto che le ultime generazioni conoscano le loro radici e, conoscendole, possano o trarre nuovo slancio ad impegnarsi per una crescita dell’azienda stessa o, se l’attività a cui vorranno dedicarsi li allontanerà dall’impresa di famiglia, potranno conservare l’orgoglio di un passato che apparterrà per sempre anche a loro.

Nella storia della ditta possiamo distinguere tre periodi:

Idal 1869 al 1936Cadelbosco di Sopra, Reggio Emilia
IIdal 1936 al 1946Rodi Egeo e il Dodecaneso
IIIdal 1947 al 2000Foggia

Libro in formato pdf